Sei qui: Azienda  >  Attualità  >  Rassegna stampa
Indietro
Intervista a Giorgio Ubaldini su Sistema Serramento
Giorgio Ubaldini di AluK tra gli intervistati della rubrica Feedback di Sistema Serramento

Secondo Giorgio Ubaldini, il settore più interessante è l'alta gamma con sistemi minimal, e la comunicazione diretta al privato attraverso la rivendita. Il mercato del residenziale e del rinnovo le aree d'interesse, anche se essendo gammisti puntano al supporto tecnico sia per serramentisti che per progettisti, e la conseguente personalizzazione dei progetti, per i quali sono imprescindibili i corsi di formazione su una corretta posa in opera.

Quali sono i segmenti produttivi più profittevoli oggi? E perché?
A mio avviso è il serramento d'alta gamma, indipendentemente dal materiale. la fascia alta del mercato è stata quella che ha sofferto meno e che rimane più profittevole. Da questo punto di vista l'alluminio e il legno, a mio avviso, hanno più carte da giocare rispetto al PVC.

Quali sono le strategie distributive che si sono dimostrate vincenti e perché?
In generale una strategia vincente è quella di qualificare e rafforzare il rapporto con la propria rete di distributori e rivenditori, cercando di comunicare direttamente al privato. Questo, ad esempio, è quello che stiamo facendo con i nostri serramentisti partner.

Quali sono le innovazioni di prodotto che si sono dimostrate vincenti e perché?
Personalmente non vedo innovazioni rivoluzionarie. Ci sono miglioramenti progressivi, ma nessuna innovazione capace di sferzare il mercato.

Quale sarà il settore più interessante (residenziale/non residenziale, nuovo/rinnovo)?
Speriamo che ci sia un miglioramento. Il settore più interessante, a mio avviso, rimarrà il rinnovo e la ristrutturazione nel settore residenziale. La customizzazione può aiutarci a prendere determinati lavori, facendo delle migliorie che possiamo poi offrire a catalogo (per noi customizzazione significa studiare, per un certo progetto o realizzazione, una soluzione personalizzata che poi va a implementare il nostro catalogo).

Quale sarà l'evoluzione dei canali distributivi? State attuando dei cambiamenti in questo senso e verso quale canale?
Essendo dei gammisti, i nostri clienti sono i produttori di serramenti in alluminio. Più che cambiare, stiamo sviluppando delle iniziative volte a qualificare e rafforzare i rapporti con i nostri clienti, come il progetto "Rivenditore Autorizzato AluK", un kit di comunicazione che ha tutto il necessario per accompagnare la professionalità del nostro cliente-partner con la notorietà del nostro marchio e la qualità dei nostri sistemi.

Quali sono le principali strategie commerciali e produttive previste in futuro?
Abbiamo già fatto investimenti sugli impianti produttivi e sull'adeguamento alla norma Iso 14000 sulla gestione ambientale: il nostro impianto oggi è a scarico zero. Studiamo sempre nuovi prodotti e saranno lanciate delle novità per quanto riguarda la gamma accessori e le tipologie di sistemi. Si punterà senz'altro al rafforzamento della nostra rete di partner: i clienti serramentisti da un lato, i distributori dall'altro.

Quale prevedete sarà, fra i vostri prodotti, quello con maggior successo di vendita?
Rileviamo un trend in crescita per tutte le serie per scorrevoli: la nostra gamma è in grado di soddisfare tutte le richieste e il prossimo anno la completeremo con un sistema minimal. Per quanto riguarda i serramenti a battente, secondo me cresceranno le soluzioni con accessori nascosti.

Il mercato delle porte e/o finestre si sta aprendo alle importazioni (da che Paese)? Se sì, c'è un effettivo pericolo importazioni, da dove deriva?
Dai paesi dell'Est Europa; e sì, ritengo ci sia. Deriva dal fatto che arrivano prodotti con prezzi bassissimi e il conseguente dubbio sulla qualità dei materiali impiegati.

All'estero in quali i paesi europei esportate? Fatto cento il totale delle esportazioni, come si ripartisce fra i vari paesi la percentuale dell'export e quali i prodotti esportati?
AluK Italia si concentra esclusivamente sul mercato italiano. Attraverso AluK UK, posso dire che in Inghilterra la situazione è molto positiva.

Quali sono le oscillazioni del vostro fatturato degli ultimi 3 anni di attività?
Scontato dire che dall'inizio della crisi il fatturato ha subito una contrazione. Negli ultimi tre anni si è mantenuto stabile, ma non è ancora a un livello tale da garantire tranquillità. Nonostante certe analisi, secondo me non siamo ancora in fase di ripresa, per quanto minima.

Quale la tipologia di clientela?
AluK Italia si rivolge esclusivamente a serramentisti e facciatisti in alluminio.

Quale la tipologia più richiesta (% dei prodotti a catalogo e % della customizzazione)? Qual è la differenza di prezzo medio fra il prodotto standard e quello personalizzato?
La quasi totalità della richiesta è costituita da prodotti a catalogo. Una minima parte riguarda la customizzazione (nel senso che abbiamo indicato prima).

Qual è attualmente il prodotto più venduto nella vostra gamma di proposte?
Sono sistemi a battente, con taglio termico e prestazioni medio-alte.

Quali certificazioni/garanzie offrite sulla vostra gamma produttiva: Certificazione di prodotto (marcatura CE, normative nazionali...); Certificazione aziendale (ISO 9000, ISO 14000..); Certificazioni relative alle materie prime utilizzate (PEFC, FSC..); Altre garanzie (es. verniciatura..); Altro?
Diamo in cascading le prove iniziali di tipo (ITT) per la Marcatura CE dei nostri sistemi. Dal 1988 AluK è dotata di un laboratorio di prove – l'AluK Lab – per il collaudo dei propri sistemi, al fine di avere un immediato riscontro dell'efficacia delle soluzioni adottate in fase di progettazione. In particolare, vengono testati i requisiti di permeabilità all'aria, tenuta all'acqua e resistenza al carico di vento sui serramenti, resistenza meccanica e durabilità degli accessori. L'AluK Lab detiene dal 2004 (quale primo laboratorio aziendale in Italia) l'accreditamento da parte del Sinal inizialmente, oggi Accredia, in accordo alla norma Uni Cei En Iso Iec 17025. L'azienda è dotata di un sistema di Gestione ambientale conforme alla norma Uni En Iso 14001:2004, e aderisce allo standard Ohsas 18001:2007 per la gestione della salute e della sicurezza dei lavoratori. Per gli estrusi vengono impiegate billette allo stato omogeneizzato in lega EN AW-6060 T6 e T66 (con caratteristiche meccaniche secondo Uni En 755- 2), con tolleranze ristrette di composizione adatta per ossidazione anodica e verniciatura. Le tolleranze dimensionali sono conformi alle normative Uni En 12020-2. Per quanto riguarda la verniciatura, tutti i trattamenti sono garantiti con marchio di qualità Qualicoat e per l'ossidazione anodica il marchio Qualanod.

Qual è il livello di importanza che attribuite a ciascuno di questi servizi offerti dalla vostra azienda: consulenza e progettazione, rilevazione misure, posa in opera (certificata), collaudo, manutenzione/assistenza, rilascio scheda prodotto, altre garanzia di prodotto?
Il nostro punto di forza è il supporto tecnico che assicuriamo sia ai serramentisti che ai progettisti, e la conseguente personalizzazione dei progetti. Molto importanti, inoltre, sono i corsi di formazione su una corretta posa in opera, che organizziamo periodicamente.

Quali sono mediamente i tempi di pagamento accettati dalla vostra azienda?
Accettati o meno, i tempi di incasso sono molto lunghi.

Sono influenti gli incentivi fiscali legati al settore delle costruzioni/ristrutturazioni per il settore?
Sicuramente sì: una buona parte dei lavori eseguiti dai nostri serramentisti deriva dagli incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici.


Intervista apparsa su Sistema Serramento di dicembre 2015

Inaugurato Design Studio Milano
Il nuovo showroom AluK è stato sviluppato per diventare un punto di riferimento per il mondo dell’involucro architettonico
Concentrarsi sui clienti
AluK conferma i risultati positivi del 2015 affrontando con dinamismo e determinazione la stagnazione del mercato edilizio. Un risultato ottenuto puntando a partnership solide con i clienti.
Alluminio con elevate prestazioni
La serie per alzanti scorrevoli SC156TT risponde alle principali richieste di progettisti e consumatori: elevate prestazioni di isolamento, grandi dimensioni, estetica moderna ed essenziale.
Nasce AluK Academy
In un mercato in continua evoluzione dal punto di vista economico, tecnico e commerciale, AluK ha voluto porsi al vostro fianco dando vita ad AluK Academy, un centro di formazione specializzato.
E per tetto un pezzo di storia
L’intervento di restauro di un’antica villa colonica del vicentino, ha ridato centralità alla torretta militare del 1300. Tutti i nuovi serramenti sono stati realizzati con serie AluK.
Milano Expo: bilancio positivo per AluK
Oltre alla presenza dei suoi prodotti in 11 padiglioni, l’azienda ha colto l’occasione per promuovere e sviluppare le sinergie con i propri partner, all’insegna dell’eccellenza "Made in Italy".
ALUK 67CL su CASABELLA - marzo 2016
I serramenti sono disponibili anche in kit pre-lavorato: inviando misure e colori attraverso un modulo predeterminato, si riceverà una scatola contenente tutto il materiale pronto per l'assemblaggio.
Serie SC180IWood
Scorrevole SC180IWood su "Cose di Casa" di febbraio 2016.